Lunedi, 26 giugno 2017 - ORE:21:10

Primarie PD, Renzi stavolta centra la vittoria con quasi il 70% delle preferenze

Primarie PD

Primarie PD

Renzi è da stasera il nuovo segretario del PD

Adesso è ufficiale: Matteo Renzi è il nuovo segretario del Partito Democratico. Con quasi il 70% delle preferenze degli elettori(circa 1329646 voti) si è aggiudicato queste primarie. Gli avversari politici Gianni Cuperlo e Giuseppe Civati si sono fermati rispettivamente al 17,9% e al 13,7%.

Alle primarie del PD affluenza record: 3 milioni di elettori

Quindi possiamo chiaramente dire che il pronostico era abbastanza azzeccato. Molti opinionisti si erano lasciati scappare frasi come “Renzi parte già come vincitore in queste primarie“. Ebbene avevano ragione. Ecco le ultime dichiarazioni di Renzi dopo la vittoria:

«Siamo caduti e ci siamo rialzati… ai teorici dell’inciucio stavolta è andata male, da oggi non c’è più alibi per nessuno. Tocca ad una nuova generazione. Basta sentire raccontare la loro storia. Oggi bisogna iniziare a scrivere una storia nuova»

Il sindaco di Firenze si lascia poi andare ad alcune dichiarazioni che chiariscono meglio il suo punto di vista sulle tensioni con alcuni gruppi all’interno del PD:

«Questa non è la fine della sinistra: è la fine di un gruppo dirigente della sinistra».

Infine, sebbene sembri un copione già scritto, ecco la candidatura a leader forte:

«Basta con le correnti e cominciamo da quella renziana che da stasera è ufficialmente sciolta. Mi avete dato la fascia di capitano. E con questa io io mi impegno a lottare su ogni pallone».

La figura del leader carismatico è quello che serve per risollevarsi dalla crisi?

Se cerchiamo di analizzare sotto un profilo cronologico il principale fattore determinante nella politica degli ultimi 30 anni, non possiamo fare a meno di notare che la figura del leader forte è stata determinante nella cavalcata a palazzo Chigi. Vedi Bettino Craxi e lo stesso Silvio Berlusconi, simbolo di un partito interamente rappresentato dalla sua persona. Ciò risulterebbe di sicuro di buon auspicio a Renzi, il quale ha pienamente dimostrato di potersi ritagliare il ruolo del leader come candidato alle prossime elezioni politiche. Bisogna quindi chiedersi: “Ma l’Italia ha ancora bisogno di un leader carismatico che agisca e decida per tutti quanti?” Solo il tempo ci saprà rivelare se sarà una buona o una cattiva scelta.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 37 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.