Sabato, 16 dicembre 2017 - ORE:08:08

Movimento 5 Stelle: aperte le primarie


Primarie Movimento 5 stelle

Smartwatch free

Primarie Movimento 5 stelle – Si è parlato a lungo di democrazia all’interno del movimento 5 stelle. Espiazioni, polemiche, errori, inchieste televisive e interviste non autorizzate.

In queste giornate, tuttavia, stiamo assistendo ad un nuovo passo avanti e decisivo per gli attivisti 5 stelle: saranno delle votazioni online a stabilire il futuro del movimento, ancora stimato fino ad oggi come la seconda forza politica del paese. Fermo restando che i dati saranno più o meno gli stessi fino alle elezioni, Grillo può già considerare che circa cento dei suoi potranno presto sedere in parlamento.

Primarie Movimento 5 stelle

I Candidati – Ma chi sono esattamente questi candidati? Ce lo spiegano loro sul sito del movimento, con una pagina web che elenca il nome, la fotocopia del documento d’identità, la professione e il curriculum vitae di ciascuno. Sono persone che già sono state candidate alle passate amministrative comunali o regionali, ma non sono state elette.  Incensurati, non hanno doppi incarichi, hanno avuto mestieri completamente diversi tra loro e non hanno fatto due mandati. Le primarie, ribattezzate da Grillo “Parlamentarie”, sono aperte da lunedì 3 e cesseranno giovedì 6 dicembre.  Sono a tutti gli effetti il primo esperimento di voto online della storia e questo significa nessun costo per affitto di eventuali strutture o classici gazebi. Tuttavia le critiche e i dubbi sul funzionamento dei sistemi di controllo e di trasparenza non sono pochi. Prima di tutto l’organo che si occuperà di raccogliere e supervisionare i voti elettronici sarà composto da un gruppo di militanti interni al movimento 5 stelle e non è dato sapere né il metodo con cui opereranno né i programmi informatici in uso. Spopolano su internet i video dei candidati, che hanno caricato per presentarsi e per convincere gli elettori; eccone alcuni:

Cristian Iannuzzi

Si presenta in modo tutto originale Cristian, intonando una canzone in inglese. “Sono musicista e sono da sempre appassionato di informatica. Noi siamo il rinnovamento contro la vecchia democrazia rappresentativa”.

Mara Mucci (Emilia-Romagna)

30 anni, Imola in provincia di Bologna. Laurea in informatica, se verrà eletta – dice – garantirà il pieno rispetto del programma e della maggioranza. Garantisce anche di portare in parlamento le stanze proposte dai cittadini attraverso la democrazia digitale.

Le Polemiche – All’apertura del voto, sul blog si è scatenata subito una polemica sulle fasce orarie concesse per votare: dalle 10 alle 17 di ogni giorno. “Orario assurdo” protesta uno dei elettori “lavoriamo e non tutti abbiamo la possibilità di votare in quella fascia della giornata”, così è stato protratto il termine: martedì fino alle 21 e giovedì fino alle 20.

Rivoluzione o Salto nel buio – Così l’iter della tanto discussa e gridata democrazia dal basso di Beppe Grillo si completa in questi giorni con le Parlamentarie, ma cosa comporta tutto questo? Uno tra 1.400 perfetti sconosciuti potrà effettivamente concorrere alle elezioni amministrative del 2013 per diventare primo ministro. È un’idea che lascia perplessi gli stessi elettori del movimento. Tuttavia le passate esperienze comunali e regionali non sono state recepite negativamente dagli elettori a 5 stelle. Il rischio di un cambiamento così radicale spaventa un po’ tutti, soprattutto se si va a sbirciare i video e i commenti dei candidati: nessun programma e tanta autopromozione. C’è chi balbetta un po’, chi ripete gli stessi concetti, chi invece sembra avere le idee chiare. Trentenni o quarantenni vestiti con camicia e cravatta, ragazzi in t-shirt e capelli lunghi. Poche donne, ma presenti. Insomma c’è davvero di tutto. Possiamo davvero pensare che già questa sia una rivoluzione, oppure è un completo salto nel buio?



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 36 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.