Lunedi, 21 agosto 2017 - ORE:16:04

Nuova presidenza del PD e legge elettorale, ecco gli ultimi aggiornamenti dalla politica italiana

presidenza pd

presidenza pd

Enrico Letta, Presidente del Consiglio, che avrebbe voluto chiudere entro la fine di Gennaio il patto di coalizione tra le forze della maggioranza, vede arrestare i suoi piani. Matteo Renzi, infatti, abbandonando la via dell’acceleramento con cui ha chiuso le trattative sulla legge elettorale, preferisce esprimersi dopo la Direzione del Pd.

Si vocifera sulla presidenza del PD

Nel frattempo si levano sia dal Nuovo Centro Destra che  da Scelta Civica  richiami per un immediato rimpasto di governo “per evitare -come afferma Renato Schifani del NCDuno schiacciamento dalle fratture interne del Pd”. Lo stesso Cuperlo, dimessossi nei giorni scorsi dalla presidenza del Partito Democratico dopo il duro confronto avuto con Matteo Renzi sul modello di legge elettorale concordato con Berlusconi, richiama una velocizzazione nel rimpasto governativo, assicurando, al contempo, che le discussioni interne al partito non avranno influenze sulla tenuta dell’esecutivo. La presidenza del Pd, rimasta pertanto vacante, potrebbe essere proposta, secondo indiscrezioni, ad Andrea Orlando, o, molto più probabilmente, a Pierluigi Bersani che potrebbe accettare solo a costo di un pacifico dialogo e confronto fra le ali interne. Nel frattempo la proposta di legge elettorale è approdata in commissione alla Camera e, come potevasi immaginare, sono arrivati i primi distinguo da tutte le forze politiche.

L’ala bersaniana del Pd auspica l’approvazione di emendamenti che possano migliorare l’italicum, assicurando la massima collaborazione; Il NCD dichiara di approvare la struttura portante della legge, ma non condivide né le liste bloccate né le soglie di sbarramento fissate al 5 % e all’8%, rispettivamente nei casi in cui i piccoli partiti siano  dentro una coalizione o meno. Su quest’ultimo punto è netta anche la posizione di Scelta Civica che, accettando il sistema bipolare, critica le soglie individuate. Ancora una volta si registra una chiusura del Movimento Cinque Stelle che per bocca del suo leader, Beppe Grillo, ribadisce la sua linea proporzionale, come desunto dalle votazioni online indette qualche giorno addietro. Il testo comincerà l’iter parlamentare, occorrerà attendere la stesura finale per esprimersi a a riguardo.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 36 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.