Martedi, 12 dicembre 2017 - ORE:01:37

Tabella di marcia di Matteo Renzi nella sua corsa al Quirinale

la tabella di marcia di matteo renzi

la tabella di marcia di matteo renzi

La tabella di marcia di Matteo Renzi è ricca di appuntamenti

Alle 10.20, con dieci minuti di anticipo, Matteo Renzi è arrivato al Quirinale dopo la convocazione che, ieri, il Presidente Giorgio Napolitano gli ha rivolto per l’appuntamento di stamani.

Smartwatch free

L’incontro, durato quasi un’ora e mezza, più del dovuto, probabilmente sulle difficoltà  a ricoprire tutte le tessere dei Ministeri che comporranno il Governo Renzi, ha visto il conferimento dell’incarico, con riserva, da parte del Presidente della Repubblica; a giorni il Segretario del Partito Democratico dovrà, infatti, sciogliere la riserva, ovvero, dopo aver avviato le consultazioni di rito nei locali della Camera dei Deputati e vagliato la possibilità di costituire una maggioranza sul programma di governo, possibilità quasi certa, dovrà accettare o meno l’incarico.

La tempistica prevede che Renzi, dopo l’incontro formale e ufficiale con i Presidenti delle due Camere, ovvero Laura Boldrini e Pietro Grasso, rientri a Firenze per le ultime incombenze da Sindaco e il relativo passaggio dell’amministrazione fiorentina a Dario Nardella, suo Vicesindaco, e successivamente ritorni a Roma per avviare, già domani mattina, le consultazioni. Giovedì si dovrebbe arrivare al giuramento del Governo Renzi e per il fine settimana si prevede la fiducia da entrambe le Camere. Uscito dal colloquio col Presidente Napolitano, Renzi ha subito preso la parola e, con il suo classico stile, si è smarcato da qualsiasi domanda circa il toto-ministri in corso ed ha dichiarato: “Sciolta la riserva, entro una tempistica rapida, avvieremo, entro fine mese, l’iter per l’approvazione della legge elettorale e le dovute e attese riforme costituzionali. La piattaforma vedrà, poi, impegnare il Governo sul fronte Lavoro nel mese di Marzo, sulla riforma della pubblica amministrazione ad Aprile e sulla riforma del fisco a Maggio“.

Attualmente i nodi da sciogliere riguardano il ruolo del Nuovo Centro Destra che, da giorni, afferma che la sua partecipazione alla nuova compagine governativa non è del tutto scontata, visto che un’eventuale spostamento a sinistra del nuovo Governo, con possibile apertura a Sel, Sinistra Ecologia e Libertà, determinerà un’uscita del Ncd. Sembra che il rischio non vi sia, ma occorre ancora precisare il ruolo che il partito di Angelino Alfano avrà; sia Beatrice Lorenzin che Maurizio Lupi dovrebbero essere riconfermati, infatti, cosa diversa per Alfano che, sebbene dovrebbe essere confermata la sua VicePresidenza, non sarà fatto altrettanto per il Ministero dell’Interno, ovviamente con la contrarietà dell’interessato che, nel frattempo, ha risposto alla provocazione di Silvio Berlusconi, facendo prevedere un tramonto della possibile e futura alleanza tra Forza Italia e Nuovo Centro Destra. I problemi non sembrano finiti, perché occorre trovare ancora il profilo ottimale del futuro Ministro dell’Economia.

Molti i nomi papabili tra i quali anche quello di Enrico Letta che, però, quasi sicuramente  declinerà l’invito. Indiscrezioni di Palazzo, infatti, sembrano attribuire al Presidente uscente la frase: “Se non sono bravo come Presidente del Consiglio, perché dovrei esserlo come Ministro dell’Economia?“. La situazione si evolve di ora in ora, occorre attendere e studiare i prossimi passi del Presidente incaricato Renzi.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 15 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.