Venerdi, 24 novembre 2017 - ORE:14:09

Rifiutata la richiesta di legittimo impedimento, Berlusconi ci sarà


Legittimo impedimento

Smartwatch free

Niente legittimo impedimento per Berlusconi

Il legittimo impedimento non da più alcun vantaggio. Potremmo riassumere così quello che sta accadendo processo in appello sulle presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv da parte del gruppo Mediaset.

La difesa di Silvio Berlusconi minaccia di abbandonare l’aula se i giudici non revocheranno quanto prima l’ordinanza.

I giudici, ad ogni modo, non si sono affatto lasciati spaventare da queste minacce. Infatti, la corte d’appello ha respinto con forza l’istanza di rinvio per legittimo impedimento del processo Mediaset avanzata dai difensori di Silvio Berlusconi; il processo, dunque, va quindi avanti con la requisitoria.

Attraverso i suoi legali, poi, l’ex premier Silvio Berlusconi ha presentato un’ulteriore istanza di legittimo impedimento anche per l’udienza che, lunedì prossimo, lo vedrà indagato anche per il processo sul caso Ruby.

Seguendo il calendario, la prossima udienza era riservata alla testimonianza del pm Annamaria Fiorillo che, in parole povere, sarà chiamata a ricostruire ciò che accadde la notte in cui Ruby venne arrestata e condotta alla questura di Milano.

La difesa afferma che Berlusconi non potrà essere in aula lunedì perché fortemente indaffarato in due riunioni per la campagna elettorale.

Angelino Alfano, nel corso di una conferenza stampa nella sede del Pdl, ha affermato le seguenti parole:
“La decisione dei giudici di Milano di negare il legittimo impedimento a Berlusconi è stata definita scandalosa e mirata a bloccare la campagna elettorale; per questo è indispensabile un provvedimento del Csm e del presidente Napolitano”.

Alfano, però, dimentica che, a limite, il legittimo impedimento vale per i politici, non per i CANDIDATI politici.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 0 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.