Sabato, 21 ottobre 2017 - ORE:23:05

Renzi: “I sondaggi mi danno perdente? Ribaltiamoli!”


Smartwatch free

Le polemiche tra Renzi e Bersani non hanno ancora finito di incuriosire il pubblico appassionato di politica. Si fa sentire Renzi con dichiarazioni al veleno nei confronti del segretario del PD Pier Luigi Bersani:

Renzi attacca l’attuale segretario pd, Bersani, e rilancia “Hanno cambiato le regole, ma noi possiamo vincere con le regole che loro hanno deciso”. Poi risponde alla Cgil che contesta Ichino dandogli del “destroide” e dicendo “vada di là!“: “Da che parte sta Ichino lo decide Ichino e gli elettori che lo votano, non il segretario di un’associazione; e spero che Bersani difenda il diritto di Ichino di far parte di questo partito come lo difendiamo noi”.

Ma veniamo alle considerazioni più logiche. I due candidati che stando ai sondaggi si giocheranno la vetta per le politiche del 2013 sono Renzi (29%) e Bersani(33%). Come mai un onesto cittadino dovrebbe andare a votare durante le Primarie del PD Bersani piuttosto che Renzi, oppure il contrario?

La scelta puo’ risultare ardua a seconda del target di età:

Renzi attrae sicuramente di più la fascia dei giovani  poichè il sindaco di Firenze  risulta brillante davanti alla telecamere, si presenta come rottamatore della vecchia politica e favorevole ad un cambiamento immediato. Inoltre è divenuto una figura rappresentativa per tutti quei delusi delle vecchie politiche portate avanti da PD e PDL. In buona sostanza il team di Matteo Renzi si aspetta che una buona fascia di elettori del PDL credano in lui, nonostante Bersani abbia orchestrato un meccanismo ad hoc per far votare alle primarie solo coloro che si dichiarano essere ufficialmente elettori del PD.

Bersani, a differenza di Renzi, pone le proprie convinzioni di vittoria in una mera strategia matematica, vale a dire tutti quei vecchi elettori che decidono di votare Bersani perchè riveste la carica di segretario del Partito Democratico. Quindi in sostanza Pier Luigi ritiene di poter far affidamento su quella percentuale di maggioranza che è rimasta invariata negli anni. La matematica stando ai sondaggi gli da ragione. Ma ricordiamo ci che i sondaggi sono variabili, ed inoltre c’è uno dato che non può essere registrato come certo, vale a dire il numero di astensioni e il numero di elettori del PDL che decideranno di votare per queste primarie.

Veniamo poi alle questioni scomode:

Renzi elogia Monti, pur senza riserbargli delle critiche, e afferma di vederlo bene per il Quirinale , una volta scadulo il mandato di Giorgio Napolitano. Sul tema della tav renzi è chiaro “ho appoggiato le decisioni della dirigenza del mio partito ma ora come ora non la farei…ma ormai i contratti sono firmati”.

Bersani dice che Monti è stato utile all’italia in questo momento e che lo vedrebbe come super ministro dell’economia o forse come Presidente della Republica in futuro. Bersani inoltre si è dichiarato favorevole alla Tav e la definisce “una necessità per il paese”

In definitiva stando alle rispettive campagne elettorali non si può assolutamente dedurre quale tra i due candidati sia più qualificato per guidare il PD alle elezioni politiche del 2013. Chi dovesse pronunciare il contrario non avrebbe sicuramente maturato un’idea corretta, visto che i candidati hanno ancora davvero molto da dimostrare in politica e non solo. Ci si può giusto affidare alle sensazioni e alle proprie speranze per un’Italia migliore. Le sorti del Partito Democratico verranno decise domani 25 Novembre 2012.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 29 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.