Sabato, 16 dicembre 2017 - ORE:07:58

Renzi-Bersani: Stasera faccia a faccia su Rai 1


Renzi-Bersani

Smartwatch free

“In caso di sconfitta di staccherebbe dal Partito Democratico? Neanche per sogno, l’ho detto e lo ripeto, noi siamo gente seria, se perdiamo appoggeremo Bersani e le sue decisioni”.

Renzi lo dice senza mezzi termini, non formerà un partito suo, il suo partito resterà il Pd, e appoggerà,  in caso di sconfitta, l’attuale segretario.  Pur senza riserbargli delle critiche ovviamente. Sul tema delle alleanze Renzi è chiaro:

Mi spiegate perché dovrei fare un’alleanza con una forza teoricamente moderata che mi porti i voti della destra invece di provare io a dire delle cose concrete e a provare a convincere gli elettori?

Poi ironizza sui problemi delle code ai seggi a Firenze:

Io sono stato come tutti gli altri in fila per due ore e mezzo, le regole non le ho fatte io, però avevamo chiesto più seggi e ci è stato detto che erano sufficienti”.

Chi lo ha detto evidentemente aveva torto. Dal canto suo il vice di Bersani, Enrico Letta ha detto ai microfoni che “la netta vittoria di Pier Luigi segna la fine di penose polemiche sulle regole”. La sua frase lascia perplessi molti ascoltatori: netta vittoria? Anche il comitato pro Bersani ha definito la vittoria del loro candidato “eccezionale”, un risultato “stratosferico”, ma questo non vuol dire che abbiano ragione. In molti avevano predetto la vittoria di Bersani, vero, ma l’avevo predetta con una grande maggioranza, che non si è rivelata tale (il distacco è di soli 4 punti) e soprattutto avevano predetto che non si sarebbe andati al ballottaggio. Tirate le somme non al definirei certo un vittoria netta, come afferma Letta.

Per quanto riguarda le polemiche sulla mancanza dei seggi e l’ironia con cui Renzi ha mandato un post su Twitter con scritto “mi viene da ridere se penso che avevamo chiesto più seggi e ci hanno detto che erano sufficienti, beh, diciamo che sono polemiche tutto fuori che “penose”. I conti sui seggi li ha sbagliati la dirigenza del Pd, costringendo tante persone a farsi due ore di fila per esprimere il proprio voto e favorendo, anche se non ufficialmente, la rinuncia da parte di alcuni. Renzi annuncia che ci crede fino in fondo e che comunque vada “questi confronti di idee fanno bene alla democrazia , invito tutti a partecipare al voto domenica prossima”.

Conclude ironizzando con la frase di Beppe Grillo, che ha definito le primarie del centrosinistra “una buffonata”, dicendo “andate a cercare le persone che dicevano che le primarie ci avrebbero distrutto, andatele a cercare e chiedete loro il conto delle loro affermazioni, e delle loro assurdità”. Dal punto di vista del “tifo” , al comitato Renzi dove questi ha tenuto il discorso la sera dopo il voto , sono scrosciati gli applausi e le urla “forza matteo! “ “mandali tutti a casa!” ; per quanto riguarda Bersani al suo comitato a Piacenza l’entusiasmo è sembrato davvero inferiore. Vedremo mercoledì sera su Rai 1. Buona visione!



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 7 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.