Mercoledi, 18 ottobre 2017 - ORE:20:34

Record: Nitto Palma prende due “NO!” sulle commissioni


nitto palma

Smartwatch free

L’intesa PdPdl frana sulla nomina di Francesco Nitto Palma alla presidenza della commissione Giustizia del Senato. Il candidato del Pdl ex guardasigilli non ha ottenuto la maggioranza. I sì sono stati solo 12, mentre la maggioranza sarebbe dovuta essere di 14 visto che i componenti della commissione sono 26. La terza votazione si terrà mercoledì alle 14.

Per il Pdl è stato un duro colpo

Nitto Palma non passa, il Pdl attacca. «Il no a Francesco Nitto Palma presidente della commissione Giustizia è un fatto politico, una cosa organizzata, non un caso di franchi tiratori. Ognuno ora dovrebbe assumersi le sue responsabilità», ha detto il presidente dei senatori Pdl Renato Schifani. Che poi in serata al Tg5 ha aggiunto: «Il Pdl ancora oggi ha dimostrato di essere una forza responsabile. Abbiamo votato i candidati del Pd scelti assieme per le presidenze delle Commissioni. Altrettanto non è successo nel caso del nostro senatore Nitto Palma. Ci attendiamo che domani il Pd abbia stesso senso di responsabilità. Palma rimane il nostro candidato».

Gasparri: il Pd viola i patti. «Bersani e Zanda mettano in riga i propri senatori o li sostituiscano con i principali esponenti del Pd a Palazzo Madama. È chiaro ora a tutti chi viola i patti e chi li rispetta. Il Pdl è un partito serio. Il Pd è il regno del caos», ha sottolineato Maurizio Gasparri.

Il Pd rimane fermo sulle sue posizioni

Il Pd: sosterremo un nostro candidato. «Domani dalla terza votazione noi voteremo un nostro candidato». Ad assicurarlo è Felice Casson del Pd dopo che sul nome di Francesco Nitto Palma (Pdl), ci sono state ben due fumate nere. «Un accordo politico? Evidentemente non c’era», risponde Casson uscendo dalla Commissione. «Cercavamo un candidato condiviso – aggiunge – ma se tutto il Pd non lo ha votato evidentemente non lo è». Dopo le votazioni, sono rimasti nell’Aula della Commissione Giustizia per circa 20 minuti, senatori del Pd, di Sel e del Movimento 5 Stelle, mentre quelli di Pdl, lega e Gal se ne sono subito andati.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 19 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.