Sabato, 16 dicembre 2017 - ORE:13:47

Politica fervente questa settimana: tutti contro Renzi

Direzione PD

Assemblea Nazionale PD

Smartwatch free

Quella appena passata è stata una settimana ricca per il calderone politico. Sull’onda dell’anticorruzione, il Governo presenta un ddl sulla questione, mentre in piazza scendono i sindacati. Berlusconi svela alcune carte del Patto del Nazareno proprio quando il Pd è impegnato nella sua Assemblea nazionale. Ecco il terzo appuntamento per #lasettimanapolitica.

Un’assemblea nazionale fervente per il Pd, politica del Governo in discussione

Per il Partito Democratico è arrivata la resa dei conti, Domenica, infatti, in occasione dell’Assemblea del partito si è parlato dei tanti malumori interni, visto che nei giorni precedenti il Governo era stato battuto in Commissione Affari Costituzionali della Camera per il dissenso della minoranza democratica.

Il Presidente del Consiglio ha detto senza mezzi termini che il Governo non cederà ai diktat della minoranza. Se Cuperlo sceglie la via diplomatica per evidenziare le criticità nel rapporto tra la maggioranza PD e la politica del Governo, Stefano Fassina preferisce alzare i toni e, rivolgendosi a Renzi, dice: “Non ti permetto più di fare le caricature di chi la pensa diversamente da te (…) Se vuoi andare al voto, dillo!“.

Immediata la risposta di Matteo Renzi: “Non voglio il voto, ma lealtà! (…) Stiamo attuando il programma dell’Ulivo che, però, non ha mai fatto in oltre 20 anni.D’Alema ha voluto disertare volutamente l’incontro, Pierluigi Bersani è stato assente giustificato, un dolore alla schiena lo ha, infatti, bloccato, Civati, invece, ha ribadito la sua linea: “Se si continua così, nascerà un nuovo partito alla sinistra del Pd.

Il Patto del Nazareno è un accordo anche per il Quirinale?

Chissà se Silvio Berlusconi ha voluto fare, come suo solito, il gradasso o ha detto il vero, sta il fatto che durante un incontro di Forza Italia ha rivelato alcune carte segrete del Patto politico del Nazareno. “Certamente il Nazareno è un accordo anche per il Quirinale; le riforme istituzionali dipendono anche da esso.” specifica Berlusconi. La segreteria democratica smentisce, invece, per bocca di Debora Serracchiani: “Il Patto del Nazareno è un patto solo ed esclusivamente per le riforme istituzionali e non per altro!

La politica del 12 dicembre: scioperi e norme anticorruzione

Il 12 dicembre ha visto due fronti differenti. Lo sciopero generale CGIL, UIL e FIOM ha bloccato l’Italia da Nord a Sud, migliaia di lavoratori, infatti, hanno contestato il Jobs Act e la politica economica del Governo che, invece, era riunito in un Consiglio dei Ministri straordinario per mettere a punto alcune norme anti corruzione, visti gli ultimi scandali del mala affare e di mafia capitale. Il Governo presenterà alle camere un disegno di legge che prevede l’innalzamento della pena minima da 4 a 6 anni, l’innalzamento della pena massima da 8 a 10 anni, l’allungamento della prescrizione e la totale restituzione del danaro.

La scelta del ddl, però, è stata contestata, vista la lentezza con cui procederà, ma Renzi ha immediatamente risposto: “Non potevamo intervenire con la decretazione in materia penale, ma se le camere rallentano, metteremo la fiducia.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 9 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.