Sabato, 22 luglio 2017 - ORE:04:45

Lo spread cala, Monti ottimista per il futuro


Il presidente del Consiglio italiano, Mario Monti, ha definito l’andamento degli spread imprevedibile ma si è detto ottimista per quanto riguarda l’Italia, “vediamo un declino dello spread italiano costante, sebbene graduale”, “non vedo alcun motivo perché questa tendenza dovrebbe cambiare”. Era dall’inizio di settembre che non si registrava un livello così basso, 337 punti. Continua a scendere lo spread tra i Btp decennali e gli analoghi Bund tedeschi; all’apertura era di 357, poi è sceso addirittura a quota 334.

Il rendimento, che partiva dal 5,37% è sceso al 5,18%. Tutto questo grazie alla Banca centrale europea, che ha deciso di assicurare alle banche una grande iniezione di liquidità. Gli effetti sono stati ottimi: per quanto riguarda i titoli a breve, il differenziale tra i Btp a due anni e i Bund tedeschi è calato sotto i 200 punti base, ai minimi quindi da luglio scorso, con un rendimento inferiore al 2,2% dal 2,5% del giorno precedente. La Bce, dopo aver distribuito 489 miliardi con l’asta del 21 dicembre, ha elargito altri 530 miliardi di euro a 800 banche europee.

In questo modo le banche possono continuare a finanziarsi all’1% con la Banca centrale di Francoforte e comprare titoli degli stati periferici dell’eurozona ad alto rendimento. L’Italia, grazie alle mosse del nuovo governo tecnico, beneficia delle aspettative sul consolidamento dei conti pubblici e sulle misure per rilanciare la crescita. Il governo tecnico però non durerà per molto, lo dice anche Mario Monti, che in un’intervista ha dichiarato: “Se io e i miei colleghi di governo faremo bene il nostro lavoro non credo che le probabilità di un mio secondo mandato siano molte”.

Monti ha espresso molto ottimismo sul futuro del nostro paese e si è detto fiducioso sulla possibilità di un accordo a marzo per rafforzare il Fondo salva Stati dell’Ue andando oltre i 500 miliardi previsti. Monti ha anche espresso parole di elogio verso gli altri paesi dell’Europa, “credo che insieme ci troveremo tutti in una posizione migliore per affrontare qualsiasi effetto di contagio o qualsiasi fiammata di ritorno della crisi”. Malgrado le parole incoraggiati di Monti, alcuni non condividono affatto l’entusiasmo.

Tra questi il banchiere Marco Mazzucchelli che recentemente ha detto:” la struttura dei tassi in Italia è identica se non inferiore all’inizio del 2011, cioè prima della crisi dell’euro, quindi parlare di spread non ha più senso”. Il banchiere continua dicendo che “se continuiamo a parlare di spread presto potremo avere un’illusione ottica”, e mette in guardia “si cominciano a denotare gli estremi di una bolla speculativa del Btp”.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 1 second
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.