Martedi, 22 agosto 2017 - ORE:18:53

Le telefonate di Napolitano, per ora, rimangono


napolitano

Possono ancora avere risvolti importanti nell’indagine

Le telefonate di Giorgio Napolitano con Nicola Mancino nel corso delle indagini sulla trattativa non saranno cancellate. Almeno per il momento. Nel frattanto, la difesa di Massimo Ciancimino si è opposta al provvedimento preso, in merito, dalla Corte Costituzionale, che aveva prontamente ordinato la annullamento.

Il figlio del sindaco di Palermo, accusato di concorso in associazione mafiosa e calunnia nel processo sulla celeberrima trattativa fra lo Stato e Cosa Nostra, ha ribadito di voler ascoltare le telefonate tra il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e l’ex ministro dell’Interno Nicola Mancino, intercettate in maniera del tutto casuale all’interno dell’indagine.

Il giudice gli ha detto di no, ripetendo, in pratica, quanto già espresso dalla Procura, ma lui non s’è arreso e s’è rivolto alla Corte suprema:
A due mesi e mezzo dal suo annuncio, quindi, l’ordine della Corte costituzionale non è stato ancora messo in discussione.
«Le intercettazioni devono essere distrutte sotto il suo controllo», aveva sentenziato la Consulta, previa verifica di «eventuali esigenze di evitare il sacrificio di interessi riferibili a principi costituzionali supremi: tutela della vita e della libertà personale e salvaguardia dell’integrità costituzionale delle istituzioni della Repubblica».

A bloccare immediatamente l’ordine di distruzione, però, sarebbe intervenuta un’altra esigenza invocata da Massimo Ciancimino: il diritto di difesa garantito dall’articolo 24 della Costituzione.

Nonostante le valutazioni di inconsistenza già realizzate dai pubblici e dal giudice, l’imputato (unico tra i dodici chiamati in causa nella vicenda della presunta) in ogni caso, reclama la possibilità di ascoltare quelle registrazioni, per decretare lui se possono essere o meno utili alla sua posizione processuale.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 16 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.