Venerdi, 22 settembre 2017 - ORE:04:31

Le elezioni europee e la politica in perenne campagna elettorale

elezioni europee

elezioni europee

Il 25 maggio, giorno delle elezioni europee, è sempre più vicino e la politica nostrana si veste di nuovi colori. La guerra, questa volta,  è combattuta non dai partiti, ma da tre persone solamente: Berlusconi, Grillo e Renzi.

Berlusconi: “momento difficile, ma non sono depresso”

Silvio Berlusconi, constato il calo di Forza Italia negli ultimi sondaggi pre-europee, decide di sferrare l’attacco mediatico, cercando di offuscare le grane interne forziste. Ieri, il già Presidente del Consiglio è stato intervistato da Lucia Annunziata per la diretta del programma In 1/2 ora. Ha assicurato i suoi elettori che non è assolutamente depresso, sebbene il periodo sia uno dei più difficili della sua vita. Berlusconi, infatti, non trova serenità di fronte a una sentenza e a una condanna del genere.  Il suo obiettivo è quello di portare il partito al 25%, sebbene l’operazione appaia veramente titanica. Intervenuto, poi, in video conferenza a Bari, riprende alcuni suoi cavalli di battaglia: dalla sinistra della patrimoniale all’aumento delle pensioni minime. Si sofferma anche sulla possibile entrata politica della figlia Marina: “Ha una disciplina di studio e di vita ragguardevole ed è, come me, innamorata della libertà. Sarebbe un leader perfetto, ma spero proprio che non accada.

Grillo va all’attacco per le elezioni europee, prendendo spunto dallo sport

La partita tra Fiorentina e Napoli, tenutasi Sabato a Roma, ha creato grande scalpore a livello internazionale, visti gli orribili episodi accaduti. La scena del dialogo con Genny ‘a carogna è stata ripresa da Beppe Grillo che nel suo blog sferra un attacco alle istituzioni, considera, infatti, quell’episodio come “la fine della Repubblica“. Grillo, già nei giorni scorsi, aveva fatto sentire la sua voce, dichiarando che l’ obiettivo del M5S è superare il Pd, per poter stracciare gli accordi soffocanti economici in Europa e per recarsi da Napolitano. Perché da Napolitano? Per chiedere le sue dimissioni da un lato e il governo dall’altro. Assicura i suoi che la vittoria è vicina e che la compagine governativa grillina è pronta a partire, per eliminare tutto il sistema attuale.

Renzi e l’invito di ritornare nelle piazze

Renzi ha convocato la direzione del Partito Democratico, per invitare i suoi a non guardare i sondaggi che “portano sfiga“, ma a ritornare nelle piazze. Occorre riprendere paesi come Prato, Potenza e Campobasso, e confermare Firenze e Bari, questi gli obiettivi renziani. Sugli attacchi ricevuti in questi giorni circa le riforme istituzionali, gli 80 euro e la riforma lavoro, risponde prontamente. Preferisce rimandare la riforma istituzionale a dopo le europee, per permettere un serio e pacato confronto, poiché al momento sarebbe solo carne al fuoco. Sugli 80 euro ribadisce che è solo un’operazione iniziale per far ripartire il ceto medio;  critica chiunque consideri la manovra economica solo un’elemosina.  Sul decreto lavoro, invece, assicura che non si farà bloccare dai sindacati o da Confindustria; dopo gli accordi di maggioranza, soprattutto sul contratto a termine, è intenzionato a mutare il sistema lavorativo.
Nel marasma politico, la riforma della pubblica amministrazione è oramai in cantiere, il Presidente del Consiglio assicura, infatti, una rivoluzione nel campo pubblico.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 13 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.