Lunedi, 21 agosto 2017 - ORE:16:09

La missione renziana in Germania

renziano

 missione renziana

Dopo l’incontro con il Presidente francese, François Hollande, Matteo Renzi, in qualità di nuovo Presidente del Consiglio, incontrerà, oggi, il Cancelliere tedesco Angela Merkel. L’incontro è atteso da entrambe le diplomazie, ma in modo particolare dalla stampa tedesca che non ha risparmiato aspre critiche.

La stampa tedesca va all’attacco

La sua è dichiarazione di guerra alla politica europea tedesca” con queste parole la stampa d’oltralpe accoglie Matteo Renzi che, forte del sostegno francese per tracciare un cammino europeo comune che abbandoni la via dell’austerità, vuole portare sul tavolo del confronto il suo piano di riforme a tutto campo. Nonostante la sua determinatezza, viene visto con estrema diffidenza, visto che, secondo alcuni, vuole aumentare i debiti con le sue manovre, definendo, pertanto, il suo piano come un vero e proprio attacco alla politica di rigore avviata in questi ultimi anni. Considerato come un giovane outsider, che si differenzia dai precedenti Presidenti perché è assai determinato e, senza scrupoli, ha dichiarato apertamente le sue idee, viene attaccato sul fronte delle riforme, considerate assai rischiose, tanto che il Welt, senza mezzi termini, riconosce come stia facendo tremare Berlino, Bruxelles e la Banca Centrale Europea.

La missione renziana. Convincere l’Europa o la Germania?

A riguardo, qualche giorno fa, Matteo Renzi non ha risparmiato critiche alla via austera intrapresa ed ha dichiarato che come l’Italia è l’Europa, visto che sin dalle origini il Bel Paese ha sentito forte e vivo il bisogno di un cammino comune con altri Paesi, anche l’Europa è l’Italia, insomma il legame è indissolubile. “L’Italia vuole guidare l’Europa perché non siamo l’ultimo vagone” queste le parole del Presidente del Consiglio prima della partenza, rimarcando anche che “Non siamo alunni somari, sappiamo quali sono i nostri compiti e li faremo. Nessuno li potrà imporre dall’alto.” Con grande fermezza, Renzi fa notare come l’Italia sia decisa a riprendersi, ma è necessario che si avvii il cammino della crescita e per fare ciò, è necessaria una maggiore flessibilità. Per mettere in difficoltà la Merkel, Renzi riproporrà l’esempio tedesco di qualche anno fa, quando Schroder chiese maggiore flessibilità per avviare il programma di riforme. Altro punto fondamentale: l’Europa non è solo la Germania.

Quale cammino intraprendere?

La delegazione del Presidente sarà composta, oltre che dal consigliere, nonché amico e Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, da ben sei ministri, tra cui il ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan, che avrà il compito di presentare nel dettaglio le riforme italiane. Intanto il cammino dei tagli alla spesa prende avvio. Importanti interventi nel settore della difesa: riduzione delle unità, delle caserma e dei caccia, i noti F35. Altri interventi nei singoli ministeri che, questa volta, sono vincolati; lo stesso Delrio dichiara: “Chi, a fine anno, non avrà fatto il proprio, può andare a casa.

 



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 18 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.