Lunedi, 20 novembre 2017 - ORE:08:38

Chi sarà il prossimo presidente della Repubblica?


presidente della Repubblica

Smartwatch free

Sul prossimo Presidente della Repubblica si gioca tutto il futuro della politica nostrana, con il Governo ancora da formare. Il braccio di ferro tra i partiti su chi dovrà essere in nuovo inquilino del Quirinale è sul tavolo: da una parte il PD che cerca di avere larghe intese ma è pronto a eleggere il suo candidato, dall’altro il PdL che vuole avere un suo candidato come successore di Giorgio Napolitano, in mezzo il MoVimento 5 Stelle che ha dichiarato di voler organizzare un sondaggio online tra gli iscritti per scegliere il loro candidato.

Nel Partito Democratico si fanno molti nomi anche se all’interno ci sono delle discordanze: i “renziani” non sono disposti a dare il loro appoggio a degli esponenti politici che sarebbero ormai da rottamare. Gli ex Ppi dovrebbero puntare su Franco Marini e il nome di punta di Bersani, Romano Prodi, non ha trovato d’accordo circa 120 tra deputati e senatori perché un nome che divide troppo centrodestra e centrosinistra.

Internet vuole Stefano Rodotà

Su internet in molti sostengono Stefano Rodotà. Fra questi c’è anche l’opinione che deriva dai risultati di un sondaggio proposto da Articolo21. Rodotà viene considerata la persona giusta al posto giusto. Michele Serra con la sua rubrica “L’amaca” manifesta il suo favore nei confronti di Emma Bonino e di Barbara Spinelli.
Dal PdL arrivano ipotesi contrastanti. Mara Carfagna ritiene che Emma Bonino al Quirinale costituirebbe un ottimo segnale di cambiamento, puntando proprio sulla presenza femminile. Il Cavaliere sarebbe disposto anche ad appoggiare Massimo D’Alema, perché in questo modo metterebbe in atto una scelta utilitaristica, visto che si sentirebbe maggiormente garantito proprio da lui piuttosto che da Prodi, consapevole che molto probabilmente il Centro-Destra da solo non può riuscire a proporre un candidato.

Berlusconi non si è ancora arreso

Il Cavaliere comunque non si arrende, perché pensa che Napolitano stia mettendo in atto uno stratagemma. Secondo Berlusconi, l’attuale presidente della Repubblica sta soltanto cercando di prendere tempo, per fare in modo che i voti del PdL non si rivelino determinanti per eleggere il nuovo Capo dello Stato. Da questo punto di vista, secondo Berlusconi, si è in presenza di una vera e propria trappola.
Berlusconi ha fatto presente: “Stiamo attenti, perché come ai tempi di Monti è in atto un’operazione contro di noi, questa volta per eleggere il capo dello Stato senza che i nostri voti siano determinanti“.

E’ arrivato, quasi a sorpresa, arriva il nome di Marcello Pera, proposto da Silvio Berlusconi. Il Cavaliere ha preso questa decisione, per rispondere a ciò che aveva detto Bersani. Quest’ultimo infatti, nella speranza di trovare un accordo con il PdL, aveva avanzato alcune possibilità: Giuliano Amato, Pietro Grasso, Franco Marini e Giuseppe De Rita. In ogni caso, il leader del PD ha cercato anche di verificare quali potessero essere le reazioni su Pera fra coloro che appartengono al suo schieramento politico.
Non sono d’accordo i cattolici dell’ex Margherita, che pretendono di avere una poltrona al Colle, considerato anche il fatto che SEL ha già ricevuto un importante incarico istituzionale nella persona di Laura Boldrini eletta Presidente della Camera.

Sulla questione del prossimo presidente della Repubblica italiana si è espresso anche Beppe Grillo, che sul suo blog ha scritto di non volere come Capo dello Stato un politico tradizionale. E su questa linea il leader del Movimento 5 Stelle si pone in rottura rispetto alle ipotesi prospettate dal PD e dal PdL.

Manca poco per avere certezze

La certezza si avrà soltanto nel momento in cui le due Camere, in seduta comune, decideranno chi sarà il nuovo Capo dello Stato. Qualche tempo fa era emerso un nome tra i favoriti. Si tratta di Romano Prodi, che sarebbe stato, secondo molti, il più accreditato fra i papabili. Dopo la sfida delle elezioni politiche, finite con la vittoria del Centro-Sinistra, anche se non con la maggioranza assoluta, gli schieramenti politici si stanno adesso preparando ad un’altra sfida.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 1 second
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.