Venerdi, 20 ottobre 2017 - ORE:06:56

Berlusconi si difende: “Io estraneo agli attacchi verso il Colle”


Smartwatch free

Roma– Inchiesta stato-mafia. Berlusconi rompe il silenzio di questi mesi,rilasciando un’intervista al Foglio che uscirà domani in edicola. «In questi mesi tormentati il Quirinale è stato oggetto di attenzioni speciali e tentativi di condizionamento impropri ai quali sono completamente estraneo, dei quali sono un avversario deciso».

L’ex premier pare deciso a respingere tutte le pesanti accuse che lo vedevano complice nonché artefice dell’inchiesta sulle intercettazioni nel caso stato-mafia. Berlusconi afferma poi che con l’appoggio dato al governo Monti «evitai manovre torbide,amo l’Italia e sono un patriota. Non scenderei mai a patti con il diavolo per mettere sotto una cattiva luce il nostro paese».

L’ex Presidente del Consiglio passa in rassegna il suo rapporto con il Presidente della Repubblica, affermando che tra i due esiste un profondo rispetto e una consolidata amicizia:« Ho un rapporto consolidato e leale con il presidente Napolitano,lo sanno tutti.Al mio primo discorso parlamentare da premier, nel 1994, la sua replica di capogruppo alla Camera fu tanto civile, in mezzo a quelle simulazioni di guerra che caratterizzavano la faziosità della sinistra, che mi alzai dal banco del governo e lo raggiunsi in aula per una stretta di mano. Considero il capo dello stato un impeccabile servitore della Repubblica».

Anche il premier Monti ieri si era schierato con Napolitano :«Ci si deve opporre ad ogni tentativo di destabilizzazione del Paese, inteso a minare in radice la sua credibilità».

In serata giunge anche la telefonata al capo dello stato che con una nota da Palazzo Chigi rende noto il pensiero del Premier affermando che: «Si è di fronte con tutta evidenza ad uno strumentale attacco contro la personalità che costituisce il riferimento essenziale e più autorevole per tutte le istituzioni e i cittadini. Ci si deve opporre ad ogni tentativo di destabilizzazione del Paese, inteso a minare in radice la sua credibilità.

Il Paese saprà reagire a difesa dei valori costituzionali incarnati in modo esemplare dal Presidente Napolitano e dal suo impegno instancabile al servizio esclusivo della Nazione e del suo prestigio nella comunità internazionale»conclude il comunicato di palazzo Chigi.

Quella di ieri era apparsa fin da subito una giornata importante dopo che il Colle ,con una nota,aveva espresso tutta l’amarezza per l’intera vicenda, a seguito delll’articolo uscito su Panorama con il titolo
“ Ricatto al Presidente”-«La pretesa, da qualsiasi parte provenga, di poter ricattare il capo dello Stato è risibile», ha scritto il Colle. Ma non solo.«A chiunque abbia a cuore la difesa del corretto svolgimento della vita democratica spetta respingere ogni torbida manovra destabilizzante»- dichiara il presidente in riferimento alle ultime indiscrezioni giornalistiche riguardo le intercettazioni che riguardano lo stesso Napolitano e Mancino sulla presunta trattativa Stato-mafia.

Naturalmente non si è fatta attendere la riposta di Panorama che in una nota trasmissione ha dichiarato:«sono coloro che cercano di tenere il presidente sulla graticola» ha spiegato. «Noi, abbiamo raccolto elementi giornalistici, virgolettati non ce ne sono e non possono essercene perchè le intercettazioni non sono state trascritte. Abbiamo dato conto di voci e veleni che sarebbero sennò continuati: mi rendo conto che abbiamo rotto il giocattolo a qualcuno».

Intanto interviene anche la Procura della Repubblica sulla vicenda attraverso le parole del procuratore di Palermo Messineo il quale dichiara: «Confermo che le anticipazioni non trovano corrispondenza con il contenuto delle telefonate intercettate – ha aggiunto Messineo – ma ovviamente non intendo fornire particolari sugli elementi di difformità».Una vicenda questa,che appare ancora molto torbida e con ancora mille nodi da sciogliere.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 41 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.