Venerdi, 22 settembre 2017 - ORE:04:31

Andiamo a capire gli ex-Pdl che ne pensano del loro vecchio partito


pdl

C’è chi parla di «pulizia etnica», di «xenofobia». Chi di esclusione «gangsteristica». Chi rinnega Silvio dopo averlo corteggiato fino all’ultimo, e chi invece incolpa l’eterno delfino, Alfano, il «perdente di successo».

Gli esclusi dalle liste del Pdl sono furibondi. E dettano ad agenzie e giornali tutta la loro rabbia. Non senza ipocrisie, argomenti risibili («neanche una telefonata»; «non ci hanno cercato»; e, non ultimo, il «milione e mezzo di delinquenti» che avrebbe votato Dell’Utri, fine della parabola tracciata dal «milione di posti di lavoro» di berlusconiana memoria) e palesi contraddizioni.

Per la serie: “c’eravamo tanto amati”

Come nel caso di Alfonso Papa, che lo stesso giorno esce su ‘La Stampa’ con un’intervista in cui sostiene che la ricandidatura gliel’aveva promessa Berlusconi «in persona», e su ‘Roma’ con un’altra che sostiene l’opposto. Tra dimissioni, cambi di casacca, minacce e correnti – su tutte, quella scajoliana – che affilano le armi per le battaglie che verranno, ‘l’Espresso’ si è avventurato tra le dichiarazioni dei più o meno impresentabili che non sono riusciti a presentarsi. Lo spaccato di un partito nel caos, i cui maggiorenti sembrano più interessati a se stessi che alla proposta politica di cui sarebbero portatori.

Come si chiariscono tali posizioni?

«La conferma definitiva della strumentale e gangsteristica esclusione della mia candidatura, al Senato, in Campania, costituisce il preludio metaforico della sicura sconfitta elettorale, a livello nazionale, del Pdl. Al fine di aprire gli occhi agli elettori, con gesti esemplari, ho restituito la tessera di iscrizione al segretario politico ed ho chiesto al presidente del Senato di essere iscritto, anche se per poche settimane, al gruppo misto» (Raffaele Lauro, ormai ex senatore Pdl, 21 gennaio, mettendo Silvio Berlusconi tra i «vecchi e fallimentari cascami della Prima e della Seconda Repubblica». Il giorno precedente aveva dichiarato: «Confido ancora nella saggezza politica di Silvio Berlusconi»).



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 13 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.