Mercoledi, 18 ottobre 2017 - ORE:20:40

Altro Legittimo impedimento, andiamo a capire cosa sia veramente questa ennesima pagliacciata


legittimo impedimento

Smartwatch free

Anche in questa settimana Silvio Berlusconi ha chiesto l’ennesimo legittimo impedimento, ma di cosa si tratta? Andiamo a capire meglio cos è quest’oltraggio per la giustizia.

Legittimo impedimento… per la legge

Nel codice penale è previsto che ogni cittadino ha diritto a far spostare un’udienza di un processo che lo riguarda se ha un impedimento che però, dice la legge, dev’essere «effettivo e assoluto». Caso tipico, una malattia. Nel caso di un imputato che sia anche presidente del Consiglio, è intervenuta una legge che ha esteso notevolmente i casi in cui egli può chiedere di non presenziare al dibattimento e quindi, implicitamente, di rinviare. Dice la legge: «In caso di concomitante esercizio di una o più delle attribuzioni previste per leggi o dai regolamenti e delle relative attività preparatorie e consequenziali, nonché di ogni attività, comunque, coessenziale alle funzioni di Governo». Ed è questo il primo dei problemi sollevati dai magistrati di Milano: l’estensione dell’elenco degli impedimenti.

Chi è chiamato a prendere le giuste decisioni

Normalmente è il tribunale a ricevere la richiesta dell’imputato e a prendere le decisioni conseguenti. Nel caso di presidenti del Consiglio, invece, le procedure sono differenti: «Ove la presidenza del Consiglio dei ministri attesti che l’impedimento è continuativo e correlato allo svolgimento delle funzioni di cui alla presente legge, il giudice è tenuto a rinviare il processo a udienza successiva al periodo indicato, che non può, comunque, essere superiore a 6 mesi». Dietro quella definizione di «è tenuto» si gioca l’intera partita. I giudici contestano l’automatismo; palazzo Chigi lo difende.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 1 minute, 56 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.